Utilizziamo i cookie per abilitare e migliorare le funzionalita' del sito web, servire contenuti per voi piu' pertinenti. E' possibile rivedere la nostra privacy policy cliccando qui e la nostra cookie policy cliccando qui.
Se chiudi questo avviso, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per modificare le impostazioni dei cookies clicca qui



ultimo aggiornamento 02/03/2021 ore 12:37

  • giorni
  • ore
  • minuti



pagina precedente

11 Febbraio 2021
Impiantistica moderna in una Chiesa francescana del '500

comunicazione VIEGA

Impiantistica moderna in una Chiesa francescana del '500


Sistemi Viega per il nuovo impianto di riscaldamento del Santuario di San Leopoldo Mandić di Padova

E' firmato Viega il nuovo impianto di riscaldamento realizzato per il Santuario di San Leopoldo Mandić a Padova, antico complesso monastico che ospita ancora oggi una comunità di frati francescani. I professionisti coinvolti nel progetto hanno utilizzato il sistema a pressare Viega Megapress.

 

Per il rifacimento della centrale termica e il rinnovo degli impianti di riscaldamento la ditta Canella & Vigo srl di Abano Terme, in comune accordo con la D.L. (Studio Tecnico Grigoletto Stefano), ha scelto di utilizzare il sistema di raccordi a pressare Viega Megapress perché permette di eseguire lavori complessi in modo facile e sicuro, ottimizzando così la gestione del cantiere.

 

Elementi particolarmente importanti in un progetto delicato, sia per la tipologia di edificio sia per la necessità di collegare i nuovi impianti alle vecchie tubazioni collocate sia sottotraccia che a vista.

 

Realizzati di acciaio al carbonio 1.0308 e rivestiti all'esterno con una protezione di zinco-nichel ad elevata qualità, i raccordi Megapress si pressano a freddo attraverso macchine pressatrici e ganasce che, rispetto alla saldatura convenzionale, specialmente nei luoghi dove sono presenti materiali e/o strutture infiammabili, aumentano notevolmente la sicurezza in cantiere poiché evita la presenza di fiamme e gas, escludendo quindi misure o vigilanza antincendio a totale beneficio dell'installazione.

 

"Megapress ha garantito un lavoro agevole e veloce perché ci ha consentito di utilizzare tubi preverniciati senza dover rifinire le estremità né realizzare altre lavorazioni preliminari" spiega Claudio Canella, uno dei soci dell'azienda. "Da anni riconosciamo a Viega una superiorità tecnologia che garantisce le migliori prestazioni. Facilità e rapidità di posa del sistema si sono rilevate decisamente più vantaggiose rispetto alle tradizionali tecniche di giunzione". Anche Stefano Grigoletto dell'omonimo Studio Tecnico, progettista e DDLL per gli impianti meccanici ed elettrici dell'opera ha apprezzato la possibilità offerta dal sistema Megapress di "poter eseguire le giunzioni a freddo in condizioni operative potenzialmente rischiose, soprattutto nei tratti aerei in corrispondenza delle storiche capriate lignee del fabbricato".

 

La giunzione dei raccordi Megapress avviene, fino alla dimensione 2", grazie ai tradizionali utensili di pressatura, già utilizzati per gli altri sistemi a pressare Viega, in combinazione con ganasce dal profilo dedicato. Per le dimensioni maggiori (fino a 4"), invece, si rende necessario l'utilizzo di Pressgun-Press Booster, un amplificatore che consente il raggiungimento della forza richiesta per l'esecuzione della pressatura dei raccordi sulle tubazioni di acciaio a parete normale.

 

Il sistema, che comprende curve, manicotti, raccordi intermedi filettati e bocchettoni nelle dimensioni da 3/8" fino a4'', può essere utilizzato in impianti ad alta temperaturagrazie alle guarnizioni di EDPM fino a 110° e, nella variante Megapress S, fino a temperature di esercizio fino a 140°C con le guarnizioni di FKM premontate da fabbrica.

Tutti i raccordi sono dotati di SC-Contur, un dispositivo di sicurezza omologato da DVGW che rileva giunzioni inavvertitamente non pressate già durante il riempimento dell'impianto per la prova di tenuta. Un anello separatore davanti all'elemento di tenuta protegge la guarnizione durante l'inserimento del tubo mentre una ghiera dentata assicura al raccordo una resistenza alle sollecitazioni meccaniche.

 

La chiesa della Trasfigurazione - Santuario di San Leopoldo Mandić - Padova

Nel cuore di contra Santa Croce il Santuario dedicato a San Leopoldo Mandić è stato fondato nel ‘500 come chiesa conventuale (la Chiesa della Trasfigurazione) da una comunità di Frati Francescani che tuttora abita nella struttura.

 

Ricostruito dopo la Seconda Guerra Mondiale, ad opera dell'architetto Giovanni Morassutti, ospita al suo interno preziose tele del ‘500 e del ‘600. L'aula liturgica, composta da un'unica navata arricchita da alcuni altari laterali, conduce all'ampio presbiterio, al centro del quale, si staglia un crocifisso ligneo, opera di Luigi Strazzabosco (1895-1980). Valorizzano ulteriormente la Chiesa alcune pregiate tele: la Trasfigurazione di Gesù, di Dario Varotari (XVII sec.), la Gloria di San Leopoldo, con la B.V. Maria e gli Angeli, di G.B. Tiozzo (XX sec.), e L'incoronazione della Vergine (XVI sec.). Fonte: Wikipedia




  © 2009/2021 MERCATO TOTALE - P.I. 09395420012 Home Page | Contattaci | Newsletter | Privacy policy | Cookie policy   
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino, n°8 dell’11/2/2021 Powered by www.webarea.it