Utilizziamo i cookie per abilitare e migliorare le funzionalita' del sito web, servire contenuti per voi piu' pertinenti. E' possibile rivedere la nostra privacy policy cliccando qui e la nostra cookie policy cliccando qui.
Se chiudi questo avviso, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per modificare le impostazioni dei cookies clicca qui



ultimo aggiornamento 07/10/2022 ore 09:07




pagina precedente

08 Settembre 2022
Signify pubblica il suo primo rapporto su Diversità, Equità e Inclusione

scarica foto
comunicazione SIGNIFY

Signify pubblica il suo primo rapporto su Diversità, Equità e Inclusione


Milano, Italia - Signify (Euronext: LIGHT), leader mondiale nell'illuminazione, ha pubblicato il suo primo rapporto su Diversità, Equità e Inclusione (DE&I report), dimostrando ancora una volta il suo impegno a rendere l'insieme dei suoi dipendenti sempre più diversificato e l'ambiente di lavoro sempre più inclusivo ed equo.


Il rapporto illustra l'approccio di Signify ai temi della DE&I, gli impegni e i progressi compiuti. Gli impegni dell'azienda includono la garanzia di pari retribuzione per tutti i dipendenti che ricoprono ruoli uguali o simili e l'aumento del 34% delle donne in posizioni di leadership entro la fine del 2025.


Il primo rapporto DE&I rivela che Signify ha già raggiunto la parità retributiva di genere, dunque i dipendenti dell'azienda che svolgono lo stesso lavoro o un lavoro simile percepiscono già un salario equo. L'azienda ha inoltre compiuto notevoli progressi rispetto all'obiettivo annunciato nel 2020 di raddoppiare la percentuale di donne in posizioni di leadership dal 17% del 2019 al 34% entro il 2025. La percentuale di donne in posizioni di leadership nell'azienda è infatti già passata dal 23% nel 2020 al 25% nel 2021.


"Siamo estremamente orgogliosi di aver raggiunto la parità retributiva di genere. Riconosciamo che mantenere la parità retributiva in un'organizzazione globale in crescita come la nostra è un processo che richiede un'attenzione costante, continueremo quindi ad impegnarci su questa strada anno dopo anno", ha dichiarato Eric Rondolat, CEO di Signify. "Siamo inoltre molto contenti di vedere che stiamo facendo grandi progressi nell'aumento della rappresentanza femminile in ruoli di leadership. Per noi, è fondamentale mantenere standard elevati, che riflettano le nostre ambizioni come datore di lavoro e impresa. Sappiamo che c'è ancora molto lavoro da fare in materia di DE&I e ci impegniamo a proseguire in questo importante percorso e a condividere i nostri progressi".


L'aumento della rappresentanza femminile e delle assunzioni di giovani talenti all'inizio della loro carriera sono attualmente le due priorità di Signify a livello globale in materia di DE&I. Le assunzioni di giovani talenti sono passate dal 15% nel 2020 al 18% nel 2021. La percentuale di donne tra i nuovi assunti, invece, è aumentata dal 49% al 51% e la percentuale sul totale della forza lavoro dal 39% al 40%. Infine, l'assunzione di donne in ruoli di R&S, tradizionalmente dominati dagli uomini, è passata dal 31% al 41%.


L'anno scorso Signify ha nominato il suo primo direttore DE&I per accelerare i progressi in materia di Diversità, Equità e Inclusione.


L'approccio di Signify ai temi della DE&I riconosce che la diversità ha molte sfaccettature e che le sfide variano da Paese a Paese. Oltre a lavorare sulle priorità globali, i team locali sono quindi incoraggiati a identificare e affrontare le sfide più urgenti e specifiche nel contesto culturale e geografico dei loro Paesi, come quelle legate a tematiche etniche, LGBTQ+, di salute mentale, disabilità e diversità culturale.


Per leggere il rapporto su Diversità, Equità e Inclusione di Signify, è possibile visitare il sito dell'azienda a questo link.


Per saperne di più su SIGNIFY

twitterlinkedin


  © 2009/2022 MERCATO TOTALE - P.I. 09395420012 Home Page | Contattaci | Newsletter | Privacy policy | Cookie policy   
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino, n°8 dell’11/2/2021 Powered by www.webarea.it