Utilizziamo i cookie per abilitare e migliorare le funzionalita' del sito web, servire contenuti per voi piu' pertinenti. E' possibile rivedere la nostra privacy policy cliccando qui e la nostra cookie policy cliccando qui.
Se chiudi questo avviso, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per modificare le impostazioni dei cookies clicca qui



ultimo aggiornamento 22/05/2024 ore 08:25




pagina precedente

19 Febbraio 2024
SONEPAR Italia, a Padova il nuovo hub logistico tra i più avanzati d'Europa

scarica foto

Comunicazione SONEPAR


SONEPAR ITALIA, A PADOVA IL NUOVO HUB LOGISTICO TRA I PIÙ AVANZATI D'EUROPA NELLA DISTRIBUZIONE DI MATERIALE ELETTRICO


Servirà più di 4000 clienti al giorno nel Nord e Centro Italia con consegne entro le 24h, oltre 55.000 articoli gestiti, 124 robot per lo stoccaggio e gli ordini di minuteria, navette automatizzate e robot trasloelevatori che alimentano macchine per il taglio cavi automatico, inscatolamento ergonomico e a ridotto impatto ambientale

 

Il polo di 90.000 mq, realizzato con un investimento di circa 50 milioni di euro, impiega 220 addetti e sarà presto affiancato da un "gemello" a Pomezia (RM) per l'area Centro Sud e Isole

 

Sonepar Italia, azienda leader nel mercato della distribuzione di materiale elettrico (161 punti vendita in 17 regioni), parte del Gruppo internazionale Sonepar, ha inaugurato oggi a Padova il suo nuovo hub logistico che promette di rifornire oltre 4.000 clienti al giorno tra aziende e professionisti dei settori dell'edilizia, rinnovabili e automazione distribuiti in tutto il Centro-Nord della penisola.

 

Frutto di un investimento di oltre 50 milioni di euro, il nuovo polo è tra i più avanzati d'Europa nel suo settore per tecnologia impiegata e dimensioni (90.000 mq), e risponde alla strategia omnicanale di Sonepar Italia che fonde logistica tradizionale e capillarità dei punti vendita con un e-commerce performante.

 

L'infrastruttura ad alto contenuto tecnologico è stata presentata stamane a un pubblico composto da aziende della filiera, categorie economiche, giornalisti e autorità, tra cui il Ministro per le Riforme istituzionali e la Semplificazione normativa Maria Elisabetta Alberti Casellati, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso - intervenuto con un video messaggio - e il Sindaco di Padova Sergio Giordani.

 

"Il nuovo hub di Padova risponde a una strategia aziendale precisa che vede nell'ottimizzazione della logistica una leva per consolidare il primato nazionale di Sonepar Italia nel settore e per ridurre al contempo l'impronta ambientale delle attività di distribuzione" commenta Sergio Novello, Presidente e AD Sonepar Italia. "L'importante investimento, supportato dal Gruppo e realizzato su un territorio strategico dal punto di vista logistico come Padova e il Nordest, punta a rendere i nostri servizi sempre più efficienti e vuole contribuire all'innovazione e alla crescita dell'intera filiera. Già a partire dal 2024, l'hub logistico padovano gestirà merce per quasi 1 miliardo di fatturato - una porzione dunque rilevante del valore generato complessivamente dall'azienda che anche nel 2023 ha superato quota 1,5 miliardi di euro di fatturato - e sarà affiancato nel prossimo futuro da un centro di simile concezione a Pomezia (RM), dove l'azienda ha attualmente una base logistica, a presidio del mercato nel Centro-Sud".

 

Nella visione dell'azienda, una logistica all'avanguardia connessa con una piattaforma di commercio elettronico è la via giusta per rispondere alle nuove esigenze del mercato che, anche in ambito B2B, apprezza sempre più la possibilità di una scelta tra acquisto fisico e digitale.

 

Nel 2023 il 22% del valore generato da Sonepar Italia è passato dal web, percentuale che ha raggiunto quasi il 24% nell'anno in corso e che dovrebbe assestarsi sul 30% entro il 2026.


Numeri e tecnologia del nuovo hub logistico di Sonepar Italia

Il nuovo centro logistico, concepito e realizzato con caratteristiche tecnologiche d'avanguardia, si sviluppa all'interno di due strutture coperte situate in via Austria 29 a Padova accanto al quartier generale dell'azienda, una già utilizzata come magazzino, l'altra rilevata nel 2021 e collegata alla prima con un nuovo building dedicato.

 

L'infrastruttura dispone di una superficie complessiva di 90.000 metri quadrati, di cui 45.000 coperti, ed è in grado di gestire oltre 55.000 articoli.

 

Al suo interno sorge una torre di 22 metri di altezza dove sono stoccate circa 3.000 bobine e che è collegata a macchine ad alta velocità per il taglio automatico dei cavi capaci di gestire 120 bobine all'ora. Il sistema è servito da una rete di navette automatizzate che, alimentate da robot trasloelevatori, movimentano ciascuna 34 bobine l'ora.

 

Complessivamente la nuova gestione del taglio cavi comporta un raddoppio delle prestazioni rispetto all'utilizzo di procedure tradizionali.

 

Il reparto dedicato alla minuteria ospita 70.000 cassette di materiale e impiega la tecnologia "Autostore" con l'utilizzo di 124 robot che si occupano autonomamente del prelievo dei prodotti e dell'impilamento delle cassette con gli articoli prescelti, che arrivano direttamente agli operatori posti in stazioni di picking e packing, eliminando così la necessità per gli addetti di percorrere lunghe distanze e ottimizzando il lavoro.

 

L'efficienza derivata dalla riorganizzazione del centro di distribuzione è tale da consentire al personale Sonepar di soddisfare gli ordini arrivati fino alle ore 20 della sera entro la mattina successiva su tutto il territorio del Centro-Nord Italia, fornendo anche servizi aggiuntivi quali la consegna nei magazzini dei destinatari nelle primissime ore del mattino.

 

L'eccellenza tecnologica si traduce, oltre che in migliore efficienza e incremento della produttività, anche in una maggiore sicurezza per gli addetti, che, nonostante l'introduzione di processi altamente automatizzati, hanno mantenuto negli ultimi anni il loro numero - circa 220 - e che sono chiamati a spostamenti più brevi, disponendo di un maggior controllo su tutte le fasi della loro attività e conseguendo un miglioramento qualitativo del lavoro.

 

Sostanziale anche la riduzione dell'impatto ambientale grazie all'utilizzo di scatole ergonomiche e meno voluminose che consentono di ridurre del 75% il volume spedito per ogni collo, quando già nel triennio 2021-2023 l'azienda era riuscita a dimezzare (-55%) i rifiuti generati in rapporto alle spedizioni gestite e nell'ultimo biennio aveva ridotto di un terzo (-32,1%) le emissioni dirette e indirette.

 


FOTO
foto 1
foto 2
foto 3
foto 4
foto 5
foto 6
foto 7
Sergio Novello, Presidente Sonepar Italia
foto 9


Per saperne di pił su SONEPAR

facebooktwitteryoutubelinkedin


  © 2009/2024 MERCATO TOTALE - P.I. 09395420012 Home Page | Contattaci | Newsletter | Privacy policy | Cookie policy   
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino, n.8 dell'11/02/2021 Powered by www.webarea.it